NELLA VALLE DEI SEGNI

Una valle per l’arte e l’artigianato

La Valle Camonica è una grande vallata alpina, nel cuore dell’Europa. Da 10.000 anni ospita significative testimonianze dell’esperienza umana, su un territorio che è stato luogo privilegiato di scambi, di passaggi, di incontri: le incisioni rupestri, riconosciute nel 1979 quale primo sito Unesco d’Italia, documentano il carattere straordinario di queste montagne.

Per questo la Valle Camonica è la Valle dei Segni.

Già nelle incisioni rupestri si documentano scene di uomini al lavoro e movimenti di telai, di magli, oggetti forgiati dalle mani di abili artigiani. E’ il saper fare di una tradizione millenaria.

Ma la storia della Valle è fatta anche di magli e fucine che hanno forgiato le spade dei conquistatori romani, e di cave e miniere da cui sono usciti minerali e marmi per i monasteri e le pieve medievali.
E’ la storia di una rapporto intenso e fruttuoso tra arte e artigianato, che si esprime nelle chiese civiche, nei monumenti e nei cicli pittori che ebbero tra i loro committenti gli artigiani camuni. Un rapporto che si coltiva anche oggi, nelle produzioni più recenti e nelle rassegne di arte contemporanea, dove i tanti “saperi nascosti” degli artigiani escono allo scoperto e si rinnovano.

E’ lo stesso Segno Artigiano che si può riscoprire oggi nelle botteghe degli artigiani, nei loro laboratori, nelle varie Mostre Mercato che ogni anno, in particolare d’estate, animano i borghi della Valle Camonica, da Bienno, a Pisogne, a Pescarzo di Capo di Ponte.

 

Per visitare la Valle dei Segni: www.turismovallecamonica.it