IL SEGNO TIPOGRAFICO / Simone Quetti

La nostra storia:

Il Segno Tipografico è innanzitutto un museo, che nasce il 27 aprile 2009 dalla passione di Simone Quetti, in un territorio particolarmente ‘vocato’ alla comunicazione visiva. Si propone da subito come un progetto molto più articolato di una semplice esposizione di oggetti o dell’amarcord di un mestiere d’altri tempi.  L’antica ‘arte’ camuna con le incisioni rupestri di Capo di Ponte sempre in Valle Camonica inaugurò i primi rudimenti di una rappresentazione grafica impressa e ‘stampata’ su un supporto ‘durevole’; molti secoli dopo la tecnica tipografica rivoluzionò la comunicazione perché consentì la riproduzione seriale e la diffusione del sapere attraverso la stampa sulla carta.
Così in Valle Camonica molte furono le stamperie e le tipografie che alimentarono una produzione artigiana di qualità, segno di una vitalità culturale e di una creatività editoriale che ha fatto “scuola” in tutta la provincia bresciana.
Segno Artigiano racconta tutto questo: molto più di un museo dunque, una memoria attiva di ciò che è stata e che deve essere la cultura tipografica. Quasi tutti i macchinari collocati all’interno del Museo sono perfettamente funzionanti e durante le visite sarà possibile dare dimostrazione della loro attività: il museo, da luogo di raccolta e documentazione, diventa così una testimonianza vivente della creatività artigiana che spazia dalla produzione di carta di vario genere, alla stampa e alla confezione di opuscoli e piccoli libri d’artista.

IL SEGNO TIPOGRAFICO / Simone Quetti

Prodotti

Il Museo e nello specifico Simone Quetti si propone per la stampa in copie uniche di piccoli lavori tipografici, libretti, attestati, diplomi, documenti, ecc. in tiratura limitata, relizzati su carta riciclata prodotta a mano dal museo.

IL SEGNO TIPOGRAFICO / Simone Quetti